L'umiltà nella preghiera

Con la potenza della preghiera, l'umiltà di chi riconosce Gesù Cristo quale unico Signore, il maligno viene rigettato nell'abisso della propria superbia ed è possibile, per il soggetto orante, vivere nell'umiltà un dono di conoscenza inimmaginabile se assorto nella freddezza austera della pura ragione. Un dono che Cristo concede perché ci chiede di essere umili. Viviamo allora questo principio come un comandamento della nostra esistenza: l'umiltà più del pane, la vicinanza di Cristo più di ogni altra umana aspirazione.
Amen